Giovanni Cell. 3334531950

 

Controllo fumi

Controllo fumi caldaia Roma

Giovanni Cell. 3334531950

controllo fumi caldaia roma

Perchè i fumi della caldaia vanno controllati

Tutto quello che c'è da sapere sul controllo fumi della caldaia

 

Il controllo dei fumi della caldaia è un’analisi dei fumi prodotti dalla combustione che viene effettuata periodicamente da un tecnico specializzato. Dal controllo viene verificato il rendimento della caldaia, l’indice di fumosità e la concentrazione di ossido di carbonio. Il tecnico incaricato,dopo aver prelevato direttamente i prodotti della combustione, valuterà se i valori ottenuti sono conformi a quelli indicati dalle vigenti norme.

 

 

Prima che abbia inizio il periodo invernale è necessario controllare che la caldaia presente in casa propria funzioni alla perfezione per evitare di ritrovarsi poi al freddo all’improvviso. Il controllo periodico non solo consente di verificare tempestivamente eventuali problemi e risolverli ma anche di proteggere l’ambiente da un eccessivo inquinamento. Se la caldaia funziona bene si evitano inutili dispersioni e non si presentano rincari inutili sulla bolletta a fine mese. I controlli della caldaia da effettuare sono principalmente due ovvero quelli relativi alla manutenzione e la verifica dei fumi prodotti dalla combustione.

 

 

La normativa di riferimento si trova nel DPR74/2013 e stabilisce la periodicità dei controlli e il loro svolgimento. Mentre la manutenzione caldaia non deve essere fatta annualmente, la verifica dei fumi deve essere effettuata a cadenza diversificata in base alla potenza e al modello di caldaia che si ha a disposizione. Ad esempio le caldaie alimentate a combustibile solido o liquido aventi una potenza al di sopra del 100 kW devono essere controllate annualmente mentre quelle a gas con la medesima potenza ogni due anni.

 

 

Il controllo della combustione e l’analisi dei fumi è obbligatoria anche per la prima accensione. Infatti, se ci si è dotati di una nuova caldaia o se si sono dovuti effettuare interventi importanti su quella vecchia, si ha l’obbligo di chiamare il tecnico in grado di eseguire i necessari controlli sui fumi combusti. Alla fine della verifica l’operatore deve rilasciare al proprietario della caldaia un rapporto di controllo da allegare al libretto dell’impianto.

 

 

Esistono tuttavia delle eccezioni alle normative sulla verifica dei fumi collegate direttamente ad alcune regioni d’Italia che sono nello specifico la Liguria, la Toscana, Umbria, Sicilia e Marche. Ad esempio in Sicilia il controllo sui fumi per le caldaie che sviluppano una potenza al di sotto dei 35 kW deve essere effettuata solo ogni 4 anni.

 

 

È importante rispettare le scadenze previste nel DPR74/2013 sia per il buon funzionamento della propria caldaia che per non incorrere in una sanzione da parte del comune di pertinenza che, a sua discrezione, può effettuare controlli a campione.

Quando vanno controllati i fumi della caldaia

Controllo fumi

Argo

Argo

Argo

Ariston

Argo

Riello

Argo

cosmogas

Argo

Baltur

Argo

Baxi

Argo

Beretta

Biasi

Bongioanni

Bondioanni

Chaffoteaux

Chaffoteaux

Leblanc

Leblanc

Immergas

Immergas

junkers

junkers

Lamborghini

Lamborghini

Saunier Duval

Saunier Duval

Sime

Sime

Sylber

Sylber

Vaillant

Vaillant

assistenza italtherm caldaie

assistenza italtherm caldaie

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy